Come ho iniziato a praticare yoga?

1144 Visualizzazioni 3 Commenti

Se mi conoscete già un pochino, o perché avete guardato in giro nel mio blog o perché mi seguite su Instagram, sapete che la mia più grande passione è lo yoga. Anzi, lo yoga per me è ben più che una passione, è proprio la mia dimensione.

Lo yoga mi ha portato a raggiungere un livello di benessere psicofisico che non avevo mai provato in precedenza, per questo mi fa piacere parlarvi della mia esperienza.

Ma come ho iniziato a praticare yoga?

Il mio è stato un lungo percorso di avvicinamento, che vi racconto per farvi capire che non dovete arrendervi o pensare di non essere portati, perché abbiamo iniziato tutti da zero 😊

Nel 2013 ho iniziato ad appassionarmi al mondo dell’home-fitness. Cercavo online dei workout a corpo libero o con pesi minimi che poi svolgevo a casa da sola. Questa tipologia di attività mi aiutava a sentirmi bene fisicamente ma tutto finiva lì, al solo esercizio fisico, e quindi avevo la sensazione di fare qualcosa di meccanico che non mi desse molto.

Attraverso i social, soprattutto Instagram, ho iniziato a vedere delle persone che facevano queste pratiche di yoga dinamico che io non avevo mai visto e che mi hanno appassionata molto.

Ho quindi iniziato a cercare di conoscere questo mondo e ho iniziato a praticare. Inizialmente si trattava di una pratica fisica, qualcosa che facevo per sentirmi bene nel mio corpo.
Anche in questo caso mi affidavo a ciò che trovavo online e alla pratica casalinga. Diciamo che ero un’autodidatta 😊

Più passava il tempo e più mi rendevo conto che dalla pratica avevo anche un benessere mentale, anche se questo era limitato dal fatto che praticassi a casa senza un insegnante.

Il mio punto di svolta, per iniziare a conoscere davvero questa disciplina e ciò che significava, è stato l’iniziare a praticare ashtanga vinyasa yoga in un centro specializzato. Oltretutto ho iniziato a praticare in questo centro in un momento molto difficile per me e la pratica mi ha aiutata davvero ad affrontare ciò che mi stava accadendo.

Da lì è iniziato un vero e proprio percorso, che mi ha permesso di affrontare non solo il lato fisico della pratica ma di conoscere questo mondo e assorbirne la filosofia.

È dal 2015 che la pratica costante di ashtanga yoga fa parte della mia vita quotidiana e questo mi ha permesso un continuo miglioramento, non solo delle posizioni che potete vedere, ma soprattutto del mio approccio alla vita.

Come vi dicevo si tratta di un percorso: non mi sento assolutamente arrivata! Ho tantissima strada davanti a me e una voglia incredibile di percorrerla per migliorarmi continuamente.

Questa è la mia esperienza con lo yoga e quello che mi piacerebbe trasmettere ad ognuna di voi è l’importanza di trovare la propria strada verso quello che ci fa stare bene.

Per me è lo yoga, magari per voi è qualcos’altro, ma non rinunciate a trovarlo! Non scoraggiatevi se una strada che inizialmente sembrava quella per voi poi non si rivela tale: io ho iniziato con gli esercizi a casa di cross-fit e sono arrivata ad una filosofia di vita passando anche da delusioni e malesseri. Concedetevi il tempo per capire cosa fa per voi e iniziare il vostro percorso.

E se vi va fatemi sapere cos’è la cosa che vi fa stare bene, oppure se anche voi praticate yoga. Se siete delle yogine (o yogi!) vi va di dirmi come avete cominciato?

3 Commenti

Lascia un commento