Mangiare bene
anche per il bene del pianeta

2587 Visualizzazioni 0 Commenti

Ciao ragazze, oggi voglio raccontarvi di una bellissima esperienza, vissuta pochi giorni fa grazie a Fior Di Loto, che mi ha fatta riflettere molto.

Ma prima di parlarvene ci tengo a fare una piccola premessa e ad aggiornarvi su alcuni dei cambiamenti che sto cercando di apportare alla mia quotidianità.

Come molte di voi sapranno, da qualche anno seguo un’alimentazione molto varia, senza restrizioni, e mangio seguendo il metodo dell’intuitive eating (ve ne avevo parlato qui). Ultimamente però ho cominciato a domandarmi se fosse giusto avere come unico ‘’obiettivo’’ alimentare quello di far star bene il mio corpo.

Mi spiego meglio. Vi avevo parlato lo scorso anno dell’Earth Overshoot Day (trovate l’articolo qui) e di quanto vivendo in modo consapevole avremmo potuto diminuire la nostra impronta sul mondo.
Ripensando alle mie abitudini, a ciò che faccio ogni giorno e a come mi piacerebbe vivere mi sono resa conto di poter fare di più, di voler fare di più, per proteggere il meraviglioso pianeta che ci ospita.

Ho cercato di capire se le scelte fatte in campo alimentare, la spesa, i cibi che consumo e che acquisto oltre a contribuire positivamente al mio benessere facessero altrettanto nei confronti della Terra.
Ho così capito di non fare abbastanza, è stata dura all’inizio accettare questo dato di fatto ma solamente guardando in faccia la realtà ho potuto comprendere quali cambiamenti fossero necessari.

Da quel momento ho apportato alcuni cambiamenti alla mia alimentazione (delle quali, nello specifico, vi renderò partecipi più avanti) cercando di stare più attenta alla provenienza dei prodotti, eliminando alcuni cibi in quanto per essere prodotti sono necessarie grandi quantità di acqua e soprattutto causano grosse emissioni di CO2, ed infine cercando di acquistare alcune cose a KM0.

Durante questa fase di cambiamento sono stata invitata a partecipare ad un evento a Milano organizzato da Fior Di Loto.

Conoscevo già quest’azienda, che dal 1972 produce alimenti biologici, e incuriosita dal bellissimo programma proposto per la ‘’Fior Di Loto Experience’’, che prevedeva yoga, approfondimenti sull’alimentazione sana e showcooking vegano, ho deciso di prenderne parte.

Sono stata veramente felice dell’opportunità datami da Fior Di Loto di insegnare e condividere una lezione di yoga con le altre ragazze presenti quel giorno.
Inoltre cominciando la giornata praticando insieme, tra respiri lenti e consapevoli, movimenti armoniosi e sorrisi, ci ha permesso di iniziare al meglio con tanta energia e positività.

Dopo la lezione c’è stato uno speech molto interessante tenuto dalla biologa nutrizionista Martina Donegani che ci ha spiegato dell’importanza di mangiare in modo sano e bilanciato anche quando ci troviamo fuori casa.
Visto che spesso le proposte dei ristoranti e bar sono poco salutari ha ribadito l’importanza di ritagliarsi del tempo, quando se ne ha l’occasione, di preparare con anticipo dei pasti da portarsi poi al lavoro come ‘’schiscetta’’.

Mi sono trovata molto d’accordo su quest’argomento, come vi avevo raccontato in questo articolo infatti, sostengo sia molto importante essere organizzati al meglio per poter seguire un’alimentazione sana nella nostra quotidianità anche quando abbiamo poco tempo.

Durante il discorso di Martina inoltre abbiamo potuto assistere alla preparazione, da parte di Valeria Airoldi, di un pranzo d’asporto vegano fatto con i prodotti biologici Fior Di Loto.

Questa parte dell’evento mi è piaciuta tantissimo perché in pochi e semplici passaggi abbiamo potuto imparare come cucinare una ricetta sana, gustosa e allo stesso tempo amica dell’ambiente.

Ecco qui la bellissima bowl che ha composto Valeria per noi e che in pochissimi minuti abbiamo divorato, era davvero molto buona…e guardate che colori!

Durante l’evento abbiamo avuto modo anche di approfondire la conoscenza della filiera che segue Fior Di Loto per produrre i propri prodotti e ascoltare quanta passione e genuinità ci sono alla base di questa azienda mi ha fatto davvero piacere e soprattutto mi ha restituito fiducia sul fatto che ci siano ancora aziende che hanno a cuore, non solo il nostro benessere, ma anche quello del pianeta.

I loro prodotti potete trovarli in diversi negozi specializzati bio e da Naturasì, in particolare vi consiglio di assaggiare le loro creme spalmabili che sono qualcosa di indescrivibile, troppo buone!

Questo evento è risultato essere quindi ciò di cui avevo bisogno, la conferma di essere sulla strada giusta per quanto riguarda le scelte alimentari che ho deciso di intraprendere.
Ho compreso ancora meglio la possibilità di poter mangiare bene e con gusto anche facendo scelte più consapevoli.

Siete d’accordo con me sul fatto che la nostra alimentazione possa incidere sull’ambiente? Avete qualche curiosità o domanda riguardo al cambiamento che sto facendo?

0 Commenti

Lascia un commento